Nel 2015 dopo aver letto il libro la tua birra fatta in casa ho deciso di comprare il kit per produrre birra.

Ero perplesso dall’intraprendere questa nuova avventura perché non avevo, e non ho tutt’ora, tutte quelle basi scientifiche che, all’occorrenza, possono fare la differenza nella trasformazione di materia prima “viva”. L’inizio di un cammino è spesso pieno di insidie che mettono alla prova la propria capacità di mantenere le promesse fatte a sé stessi. Le domande e i dubbi sono molteplici come molteplici sono la speranza e l’immaginario che circonda tutta la magia e l’alchimia di un buon prodotto finito.

Come ogni volta che intraprendo un nuovo percorso comincio ad esplorare, leggere, studiare. Diventa un’ossessione. Ho voglia di capire, la passione prende il sopravvento e ogni cosa che scopro diventa un buon motivo per dubitare su tutto ciò che ho fatto fino a quel momento.

Ma la notte porta consiglio. È capitato di svegliarmi con nuove soluzioni e aprire il computer e riprogettare tutta la ricetta. Si riprogettare. Per avere un’armonia bisogna avere un progetto. Ecco che allora è nata la Birragonda. Un progetto di sperimentazione continua e di confronto con persone in grado di valutare le birre che produco.

Dopo tre anni di produzione, di cui uno con kit e due con una pentola all in one , ho deciso di produrre birre per competizioni. Questo mi permetterà di avere un severo ed onesto giudizio da parte di chi di birra se ne intende veramente.

Allacciamo le cinture e via…..